Influencer, Brand Advocate e Brand Ambassador: qual è la differenza?

Brand Advocate, Brand Ambassador e Influencer sono diventati oggi termini molto popolari. Ma esattamente qual è la differenza tra queste figure? E quale valore aggiunto possono portare ad un brand?

Influencer

Sono molti i giovani che oggi aspirano a diventare influencer. Ma esattamente chi sono e cosa fanno?

Il termine influencer è stato coniato ed utilizzato nell’ambito del marketing e descrive un singolo soggetto, consumatore tra i consumatori, in grado di indurre a scegliere un prodotto piuttosto di un altro. Gli influencer sono in grado di modificare i comportamenti, pensieri o azioni rispetto ad un percorso già adottato dall’utente, grazie alla credibilità che stesso gli utenti hanno conferito loro. Si, perché nell’ambito dei social media, l’elemento cardine è proprio la credibilità. Essa è un elemento percepito che conferisce la capacità di persuadere e, di conseguenza, di influenzare. La persuasione è il tentativo di modificare atteggiamenti, pensieri o comportamenti; l’influenza è la capacità di farlo. L’influencer è in grado di portare valore e notorietà ad un’azienda.

Brand Ambassador

I Brand Ambassador si differenziano dagli influencer poiché sono legati all’azienda da un vero e proprio contratto. Sono figure assunte dalle aziende per un rapporto a lungo termine con il brand. A differenza degli influencer, i brand ambassador sono definiti tali grazie alla loro profonda conoscenza del marchio, sono dunque, esperti del brand, dei prodotti o dei servizi che l’azienda offre. Sono portavoce del brand al di fuori dell’organizzazione. Qualsiasi celebrità o influencer sotto contratto con un marchio è un Brand Ambassador.

Brand Advocate

I brand advocate sono i clienti più fedeli del brand. Possono essere dei partner, azionisti o dipendenti. Sono coloro che parlano delle loro esperienze e di quanto siano soddisfatti utilizzando un determinato marchio, o i prodotti di quel marchio e, naturalmente, lo fanno gratuitamente. Sono quei clienti che lasciano feedback positivi sul brand. Possono anche essere influencer , influenzando i loro co-consumatori riguardo al tuo prodotto. I brand advocate possono portare molto valore al brand, soprattutto in un contesto come quello attuale, dove il consumatore è sempre più consapevole di essere esposto continuamente a messaggi pubblicitari ed ha aumentato le sue barriere difensive, in questo contesto preferiscono affidarsi alle opinioni di altri consumatori poiché coscienti di ottenere un consiglio spassionato.

In definitiva l’influecer marketing dovrebbe far parte del marketing mix di ogni azienda. È fondamentale per incrementare l’engagement e avvicinare nuovi segmenti di pubblico. Ma è necessario fare un’accurata selezione per poter trovare gli influencer più adatti al tuo brand.

 

Vitina
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: