Open Call - Architecture of Shame cerca un grafico ⋆ Comincenter

Open Call – Architecture of Shame cerca un grafico

Architecture of Shame cerca un grafico e web designer che sia il narratore per immagini del progetto!

Il progetto Architecture of Shame costruisce un centro di ricerche e documentazione sulle relazioni tra Architettura e Vergogna ponendo Matera al centro simbolico e geografico di una “terapia analitica collettiva per l’architettura europea”.

La call per il grafico e web designer ha l’obiettivo di trovare una persona che sia l’ideale curatore dell’immagine coordinata del progetto, che realizzi i materiali divulgativi e le grafiche degli eventi, dando una nuova veste all’interfaccia del nostro sito e che collabori attivamente con un ingegnere informatico nella costruzione di una piattaforma web.

La collaborazione durerà da Marzo 2018 fino a tutto il 2019.

La sede di Architecture of Shame è Matera, ma al grafico che sarà selezionato non è richiesta la presenza continua ma la partecipazione periodica alle riunioni di progetto.

Come si partecipa?
Inviando a mail@architectureofshame.org entro le ore 12.00 del 2 marzo

Portfolio personale

Una cartolina (10 x 15 cm fronte retro) che racconti il progetto grafico partendo da uno di questi 3 spunti

  1. Muri e barriere tra nazioni
  2. Pregi e difetti delle case popolari
  3. Matera da vergogna a patrimonio Unesco

 

Contesto in cui viene inserito
Capitale Europea della Cultura: Progetti di Matera 2019;
Cultura e Ricerca (Università e Centri di Cultura in Italia ed in tutta Europa);
Ambito Istituzionale (tra i partners ci sono l’Archivio di Stato di Matera, l’ATER di Matera e Venezia);
Stefania Clemente
Classe '84, materana doc ma vagabonda recidiva. Da qualche anno in Basilicata prima per una vita da freelance oggi Community Manager del Comincenter. Una passione per i viaggi e il turismo.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.