Leonardo: nella vecchia stazione rossa impari la lingua dei job seekers, i cercatori di lavoro!

Ti iscrivi al JobLab del Comincenter perché hai sentito parlare da Luca di un percorso che aiuta a cercare lavoro.

Entri, il primo giorno, nella vecchia stazione rossa con l’idea in testa che farai qualcosa circa curriculum vitae ed i social network.

Poi conosci Luca ed inizi a viaggiare.

Ed impari che il mondo del lavoro non è quello che ti raccontano e che conosci.

Capisci che il curriculum vitae non è una fastidiosa pratica burocratica da sbrigare il prima possibile.

Impari che non c’è un curriculum vitae buono per tutte le stagioni, anzi che non c’è proprio un modello di curriculum vitae.

Impari che il formato europeo è fatto per non essere letto; impari che i bullet point sono delle lenti di ingrandimento su di te.

Impari che dall’altra parte della barricata ci sono persone che hanno pochi secondi per conoscerti e sono stanche di sentire sempre le stesse cose.

Impari che se parli alla persona e non alla giacca che porta, puoi raccontare della bellezza di ciò che sai fare e capisci che il colloquio di lavoro non è uno scontro, ma un incontro.

E così, un po’ alla volta, inizi a sentire che il motore che da spinta a quell’incontro è l’amore, l’amore per quello che si è, per quello che si sa fare e per quello che si vuole fare insieme.

Impari che l’amore non ti spinge verso un posto di lavoro, una sistemazione, ma ti apre gli occhi sulle opportunità di lavoro.

Impari che queste opportunità esistono anche, e forse soprattutto, lì dove gli altri dicono che non c’è speranza.

Impari che la speranza è un termine negativo.

Impari che le opportunità le riesci a vedere se hai un obiettivo, e l’obiettivo è fatto da un dove e da un cosa.

Impari che senza un obiettivo nessuna offerta di lavoro è buona, è l’obiettivo che genera l’offerta di lavoro che a sua volta genera il cv.

Seguendo Luca impari ad un certo punto che tutto quello che hai imparato fino a quel punto così come lo hai imparato non serve più.

Impari che il mondo sta aspettando che tu emerga dall’indistinto.

Impari che i social network sono un potente strumenti per entrare in contatto con le persone, quelle vere.

Impari che puoi imparare ogni giorno e dappertutto.

Impari che imparare richiede tempo, fatica e costanza, ma che poi un poco alla volta gli altri si accorgono di te perché hai iniziato a creare valore per gli altri.

Impari a volerti bene, ad avere fiducia in te, impari che si vince giocando all’attacco cercando di segnare un goal in più di quelli che si subiscono.

Impari che i social network, che fino ad ieri ti hanno fatto perdere tempo, oggi sono il tuo strumento migliore per accorciare i tempi e le distanze tra te e le persone che ti interessano.

Impari che il web, per quanto possa conoscere tutte le risposte, dipende dalle domande che riceve.

Impari a fare le giuste domande.

Impari a scrivere e a leggere.

Impari un’altra lingua, quella dei job seekers: i cercatori di lavoro.

Leonardo Filiani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: