Francesca: mi porto a casa autostima e “strumenti di guerra”.

Rinnovo ancora i miei ‘complimenti’ a Luca per il percorso di autostima che ad oggi, ci ha riportato a casa con strumenti di guerra.
Personalmente ritengo sia stato un viaggio più profondo che largo, mi spiego meglio: le circostanze che si creano attorno al joblab, le conoscenze, la condivisione, e soprattutto le attività che si collegano fuori dal centro, rendono percepibile il tempo (rispetto a qualcosa che si ha da fare) verticale, cioè interiore.
Non ritengo quindi sia stato un viaggio in velocità, anche perché non è un corso che si conclude quì come tanti altri. Non è un’abbuffata mi sembra.
Io avendo scelto una strada un po’ scarsa di definizioni, (e nel joblab si è visto) ho ancora molto da fare, poiché devo fisicamente reinventarmi il mio lavoro, questo, richiederà molto coraggio e non è detto che la mia sofferenza si sia conclusa quì.
Impressioni di oggi? mi sento più robusta, (e non solo perché in questi giorni sono ingrassata) avrei voluto impiegare tutte queste due settimane solo sull’aspetto umano. Ho ancora oggettivamente confusione su alcune strutture, che forse anche queste dovrò riadattare in base alle opportunità che mi saranno proposte (o che mi creerò). Il post joblab mi rincuora -e voi siete dei romantici, avete detto-.
Sull’aspetto digitale:
ho dormito tutto il tempo. /scherzo, come se non ci fosse un domani, scusate ma è più forte di me!
Pinterest è il social che dovrò approfondire più di tutti, sugli altri deciderò in seguito.
Il mio portfolio che è ancora in costruzione è probabilmente lo strumento che mi sarà utile in assoluto, assieme ad un curriculum in attesa di uno sviluppo più specifico, ma che tutte le volte sarà sempre nuovo.
Grazie ancora, a prestissimo.

Francesca Macina

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: