Elisa: Io un lavoro ce l’ho, ma non è proprio quello dei miei sogni.

Io un lavoro ce l’ho. Ma come spesso accade non è proprio quello dei sogni.
Ho deciso di partecipare al Joblab, perché io un sogno ce l’ho ancora. Perché sono anni che mi ostino a dire che nessuno dovrebbe usare la parola speranza (come dice anche Luca) perché speranza vuol dire chiedere qualcosa in più di quello che ci spetta di diritto.
Non ho affrontato l’inizio del Joblab con perplessità ma con un certo orgoglio: orgoglio nel riconoscermi ancora capace di desiderare.
Luca e il suo staff hanno reso questo viaggio speciale.
La loro gentilezza, quel senso di casa raro da trovare, hanno reso delle giornate faticose giornate stimolanti e ricche anche di valore umano.
Luca non ti insegna solo a usare degli strumenti. Luca ti unisce al gruppo, Luca ti fa riappropriare del tuo valore, Luca ti restituisce umanità.
Grazie di cuore a tutti i compagni di avventura. Ognuno con il suo immenso valore.

 

Elisa Rosciano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: