Antonio: il Joblab non si può raccontare, va vissuto!

Ci sono tanti momenti in cui decidiamo di fare qualcosa, ma pochi nei quali siamo felici di fare qualcosa!Grazie a questo Joblab torno a casa con molte domande interessanti e che non mi ero mai posto.

Grazie agli strumenti che ho capito come utilizzare durante questo workshop, potrò approfondire le mie ricerche e forse trovare anche risposta alle mie domande.

Boolean search, x-ray, metodi di ricerca su twitter, linkedin e poi tutto il mondo delle estensioni di crome sono state per me le cose più interessanti da approfondire quanto prima.

Mia moglie mi ha sempre detto che il Joblab non si può raccontare, va vissuto!

Aveva ragione, non avevo mai considerato il mio passato come una storia da raccontare.

Riscoprire le mie abilità, riconoscere i miei talenti, di cui molto spesso mi dimenticavo o ignoravo addirittura.

Nutrire e curare i propri obbiettivi non è una cosa che ci insegnano nel mondo del lavoro oppure a scuola.

Mi fa male pensare di essere cresciuto in un paese che sogna sempre di essere un grande paese, ma che è rimasto ancora vittima ed ostaggio del passato.

I tempo scorre e chi decide di non voler accettare i cambiamenti, è fuori dai giochi e con pochissime probabilità di poter sognare un futuro diverso.

È stata una fortuna conoscere le storie di altri 8 ragazze/i che per me sono state un’occasione di crescita e di riflessione.

Ripercorrere 24 anni di esperienze professionali vissute dal Sud al Nord Italia, mi ha sconvolto.

Tutti parlano di lavoro, ma solo pochi sanno cos’è e come funziona, il resto sono solo volume che produce polemica e sterilità.

Bisogna che impariamo a controllare il nostro destino o lo farà qualcun altro.

È necessario imparare ad affrontare la realtà così com’è e non come vorremmo che fosse.

Essere sempre sinceri sembra un’utopia ma è fondamentale.

In fine bisogna essere abili a cambiare prima di essere costretti a farlo!
Conoscere e dunque avere Luca Tamburrino come trainer è stata una fortuna, fondamentale durante tutto il Joblab.

Luca ha la capacità di trasmette molta passione e amore per quello che fa, gestendo storie diverse con obbiettivi diversi durante un workshop per niente facile.

Tantissimi contenuti informazioni e analisi da più punti di vista, senza mai perdere di vista ogniuno il proprio obbiettivo.

Luca riesce a far respirare i contenuti, gustando il sapore delle pause per un’analisi attenta e strutturata sull’ascolto di ogni partecipante.

Un workshop che ognuno di noi dovrebbe fare o regalare, il costo davvero accessibile a tutti.

Io aumenterei le ore di post Joblab a mio parere fondamentali per analisi più specifica e dettagliata.

Ogni scatola è una sorpresa, grazie Luca, Cristina e Niccolò, per me siete voi la vera sorpresa vissuta al Comincenter di Matera.

Antonio Colonna

Manuela Stefanelli
Imprenditrice, grafico pubblicitario, amo il lavoro che faccio. Ho scommesso su me stessa nel mio territorio: la Basilicata. Sono mamma di Francesco, un bimbo meraviglioso che per fortuna mi dà tanto lavoro da fare. Sono una donna come tante, che assolutamente non rinuncia ai suoi spazi e lotta contro il tempo per conciliare e tenere in equilibrio il mondo intorno a sé. Ho una sola certezza: non esistono certezze, nella vita bisogna essere pronti a tutto e adattarsi con onestà e dignità alle sfide quotidiane.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: